World Cup maschile – Serbia, mai doma: 2-1 e palla ancora viva

World Cup maschile – Serbia, mai doma: 2-1 e palla ancora viva

World Cup maschile - 3 set – Per l’Italia entra in campo Emanuele Birarelli al posto di Luigi Mastrangelo e Simone Parodi al posto di Ivan Zaytsev. L’Italia parte con il freno a mano tirato e con qualche sbavatura, ma comunque  gli azzurri restano sul 2-2. Si va al primo time out tecnico sul punteggio di 5-8 con un errore al servizio (il secondo filato) da parte di Cristian Savani. La Serbia lavora meglio in questo terzo set e, come spesso succede, quando ha poco da perdere, la squadra di Kolakovic dà il meglio di sé dimostrando il solito grande carattere: due muri di fila (uno su Lasko e uno su Birarelli) valgono l’11-6. Il 12-8 è finalmente un primo tempo del Bira: buon segno il fatto che Travica cerchi di tenere in gioco tutti i suoi attaccanti anche se con un po’ di fatica. Pipe di Parodi e Italia a -4: 14-10. Kovacevic manda tutti in panchina per il secondo time out tecnico con l’ennesima “palletta” che prima o poi la difesa azzurra dovrà imparare a difendere, nonostante l’attaccante serbo sia comunque bravissimo in questo colpo: 16-11. Sarebbe bello e importante che l’Italia, in questa situazione di difficoltà, provi davvero a recuperare. Ace di Fei per il 17-13. Un break di Lasko avvicina l’Italia sul 18-15. L’attacco da posto 2 di Simone Parodi regala all’Italia il 19-16, ma lo stesso attaccante della Lube Macerata sbaglia il servizio e sono davvero tanti gli errori e i pasticci in questa terzo set da parte degli uomini di Berruto. Dentro Terzic al servizio (sì, proprio lui: l’autore dell’ultimo punto dell’Europeo che ha regalato l’oro alla Serbia…contro l’Italia) e Berruto chiama time out. Il doppio muro dei serbi su Savani vale il 21-16. Il muro “a uno” di capitan Savani su Atanasijevic riporta gli azzurri a -3 e, successivamente, a -2 e a -1 con un attacco sulle mani di Cristian Savani (ancora…): 21-20. Per la parità, arriva Michal Lasko: muro out e Kolakovic chiama time out discrezionale. La Serbia allunga nel finale e si porta sul 24-22. L’ultimo punto del set è un muro di Kovacevic su attacco dalla seconda di Lasko: 25-22 e palla…al centro.

One Comment

  1. Martina 28 novembre 2011 at 21:44 - Reply

    Peccato per il risultato finale! L’essere riusciti a recuperare lo svantaggio (5 punti contro la squadra serba non sono facili da recuperare) è decisamente un buon segno! Ci siamo e non vogliamo mollare.
    Bene così ;)

Leave A Response