Coppa Italia serie A1 Maschile – Casa Modena si vendica: batte Monza e Dennis ne fa 35

Coppa Italia serie A1 Maschile – Casa Modena si vendica: batte Monza e Dennis ne fa 35

Coppa Italia Maschile serie A1 - Non riesce il bis all’Acqua Paradiso Monza Brianza, che, nella gara unica al PalaPanini contro Casa Modena per i quarti di finale della Del Monte Coppa Italia, riesce a strappare un solo set ai padroni di casa. Che sarebbe stata una partita diversa, lo si sapeva: il fattore campo e il sostegno del pubblico fanno la loro parte, ma Modena è una squadra diversa da quella vista pochi giorni fa, più aggressiva e meno imprecisa. Dopo un primo set lunghissimo (35-33), i padroni di casa dominano il secondo parziale (25-21), ma quando sembra che i giochi siano fatti l’Acqua Paradiso reagisce, e si porta sul 2-1 (terzo set: 25-27). Nel quarto e decisivo parziale, però, Modena torna a dominare il proprio campo: Monza, alla fine, è costretta ad arrendersi agli attacchi di Dennis (MVP dell’incontro). L’Acqua Paradiso ce l’ha messa tutta, ma sarà Modena ad andare alla Final Four di Roma.

La squadre scendono in campo così schierate: per l’Acqua Paradiso Monza Brianza il sestetto iniziale è composto da Conte, Nikic, Buti, De Cecco, Gavotto, Shumov e Rossini (L); quello di Casa Modena da Sala, Dannis, Yosifov, Esko, Martino, Anderson e Manià (L).

I SET – Il primo set sembra infinito: entrambe le squadre vogliono vincere, per dare da subito la piega giusta alla partita. E’ Casa Modena a conquistare i primi vantaggi, grazie agli attacchi di Anderson, ma l’Acqua Paradiso sta alle costole degli emiliani. Sono gli arancio blu ad essere davanti, per un punto, al primo time out tecnico, grazie a un muro di Shumov. Ma nessuno riesce a prendere il largo: Modena è trascinata da un Angel Dennis micidiale (70% di attacco positivo), Monza risente di un Luciano De Cecco non ispirato come al solito, aspetto che naturalmente condiziona il reparto offensivo dell’Acqua Paradiso. Il muro arancio blu è incisivo (5 punti a fine set), ma l’attacco si ferma al 52%, contro il 62% dei padroni di casa. Al secondo time out tecnico è ancora Monza a condurre il gioco, per 16 a 15, ma la situazione si ribalta subito dopo, quando un ace di Bellei firma il 18-17 per i giallo blu. Sia Monza che Modena tentano la carta delle sostituzioni per andare a chiudere il parziale, ma i cambi non modificano il corso della gara; gli emiliani hanno però la prima set ball della partita (24-22), annullata da Shumov e da un muro di Conte. Il set continua ai vantaggi: Monza sembra più volte sul punto di poter far suo il primo parziale, ma i vantaggi sono sempre recuperati dagli avversari. Dennis è decisivo nel finale, e un attacco murato di Milos Nikic segna la fine del set a favore di Casa Modena (35-33).

II SET – E’ ancora Modena in vantaggio all’inizio del secondo parziale, grazie ai soliti Dennis e Anderson (71% di attacco positivo, alla fine del set). Monza cerca di non perdere troppo terreno, ma i padroni di casa riescono a portarsi avanti per 3 punti sugli inseguitori (9-6). Gavotto e Conte riportano l’Acqua Paradiso a meno 2, poi è ancora Modena ad allungare, arrivando a 5 punti di vantaggio sugli inseguitori (16-11); Monza non riesce a reagire, Zanini decide di sostituire De Cecco con il giovane Tamas Kaszap, ma le lunghezze ad allontanare le due formazioni sembrano diventate troppe perché l’Acqua Paradiso possa dare al set un esito diverso da quello visto fino a questo momento; infatti gli arancio blu, nonostante l’ingresso del greco Roumeliotis per Buti e l’ace di Gavotto (23-20) non riescono nell’impresa: anche il secondo parziale va a Casa Modena, per 25 a 21, ultimo punto targato Angel Dennis.

III SET – Terzo parziale, ed è sempre Casa Modena a condurre il gioco, con Monza costretta, ancora una volta, a inseguire i giallo blu, che potrebbero aggiudicarsi partita e passaggio alla Final Four in caso di vittoria del set. L’Acqua Paradiso non molla, ma non riesce nemmeno a conquistare il vantaggio, pur restando con il fiato sul collo degli avversari, grazie anche a Sean Rooney, entrato al posto di Nikic, dopo lo stop durato 2 gare. Gli arancio blumigliorano in tutti i reparti rispetto al set precedente, e si vede: gli ospiti non hanno intenzione di rinunciare alla Del Monte Coppa Italia, e dopo il secondo time out tecnico riportano il punteggio in parità (16-16). Ma è Modena a rimanere, ancora, davanti, fino a quando un ace di Facundo Conte non mette la prima set ball del parziale nelle mani degli arancio blu. E’ Dennis a annullarla, ma è ancora Dennis, con un attacco che finisce oltre la linea del campo, a lasciare il terzo parziale all’Acqua Paradiso.

IV SET – Si prosegue, e il campo del PalaPanini vede ancora Casa Modena in vantaggio sull’Acqua Paradiso, e ancora gli arancio blu intenzionati a non lasciare il match agli avversari. Dennis, Anderson e Sala dominano il reparto offensivo dei padroni di casa, Monza cerca di contenere la carica avversaria con gli attacchi di Gavotto e Conte, e la difesa affidata alle mani di Rossini. Se nel set precedente Zanini aveva trovato la chiave per fermare i giallo blu, in questo parziale è Bagnoli a condurre i suoi alla vittoria: Modena comincia a allontanarsi prima della seconda sosta tecnica, e dopo i 60 secondi altro non fa che incrementare la distanza che la separa dagli ospiti brianzoli, incapaci di replicare agli attacchi di Dennis (64% la percentuale di attacco positivo per lui, dichiarato MVP dell’incontro), anche a causa di un calo nella fase di ricezione (43% nel quarto set). Si chiude sul punteggio di 25 a 17: Casa Modena è qualificata per la Final Four di Roma.

Salvatore Rossini (Acqua Paradiso Monza Brianza): “Loro sicuramente sono stati più aggressivi rispetto a domenica scorsa, noi sapevamo che poteva andare così. C’è il rimpianto per il primo set, abbiamo avuto più di una possibilità di portarlo a casa: ci eravamo detti che avremmo dovuti aggredirli da subito, magari con quel primo set la partita sarebbe andata in un modo diverso. Eravamo riusciti a riaprirla, poi una serie di circostanze, anche un po’ sfortunate, li hanno fatti allungare nel quarto e l’incontro è andato a finire così. Non abbiamo niente da rimproverarci: penso sia stato abbastanza evidente che siamo una squadra diversa da quella che è venuta qui a inizio stagione, abbiamo dato filo da torcere a Modena, e dopo queste due partite non usciamo per niente demoralizzati, anzi, siamo sempre più consapevoli che possiamo andare a prenderli in campionato. La stagione è lunga e possiamo solo far meglio”.

CASA MODENA – ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA 3-1

Durata set: 39’, 28’, 32’, 27’, totale: 126’

Arbitri: Pasquali – Santi

MVP: Angel Dennis

Acqua Paradiso Monza Brianza: Conte 18, Nikic 7, Forni 3, Buti 7, Rooney 7, De Cecco 1, Gavotto 14, Shumov 7, Roumeliotis 1, Molteni, Tamas, Rossini (L). Ne: Ciabattini. All: Zanini

Casa Modena: Sala 12, Dennis 35, Carletti 1, Kooy 2, Bellei 1, Yosifov 7, Esko 6, Martino 6, Anderson 22, Piscopo 1, Manià (L). Ne: Catellani, Casoli. All: Bagnoli

3 Comments

  1. Daniele 26 gennaio 2012 at 19:12 - Reply

    Io Invece preferisco Dada a tè…

  2. Florinda 26 gennaio 2012 at 16:19 - Reply

    avrei preferito di gran lunga Monza

    • Gle8 26 gennaio 2012 at 20:27 - Reply

      D’accordo con te Flor….:)

Leave A Response