Champions League Volley – Villa Cortese batte Bergamo nella prima gara

Champions League Volley – Villa Cortese batte Bergamo nella prima gara

Champions League Volley Femminile – Buona la prima per la MC-Carnaghi Villa Cortese nel primo match dei quarti di finale di Cev Volleyball Champions League. Sarah Pavan conosce bene il  valore di questa partita, vero e proprio spartiacque di questa stagione biancoblu, e dimostra tutto il proprio attaccamento. L’opposta canadese dimentica il brutto trauma inguinale rimediato a Pesaro, stringe i denti e completa regolarmente la diagonale con la palleggiatrice Berg. Al centro ci sono Wilson e Guiggi mentre le schiacciatrici sono Caterina Bosetti e Aurea Cruz, Ramona Puerari è il libero.
Primo set in cui la ricezione della MC- Carnaghi nella fase iniziale frena la fantasia di Lindsey Berg. La percentuale delle palle perfette si ferma ad un misero 27%, innescare i centrali è quasi impossibile. Wilson e Guiggi sono presenti a muro e tengono in partita Villa Cortese che cede il set sul 21-25.
Strada in salita, ma la MC-Carnaghi questa ha fiato e pazienza per percorrerla tutta sino alla fine. Sino alla meta, sino alla vetta di una vittoria che scaccia le paure e dà un piccolo vantaggio in vista del return match di mercoledì 29 febbraio a Treviglio. Nel secondo parziale sono ancora Guiggi e Wilson a costruire il primo break, ben supportate da Cruz e Caterina Bosetti che entrano sempre più nella partita. Il resto lo fa Lindsey Berg che mostra tutta la sua classe. Dall’altra parte della rete Mazzanti cambia regia nella speranza di recuperare il parziale, ma neanche Signorile riesce ad evitare il 25-15 con cui Villa Cortese pareggia conto set.
Nel segno di Caterina Bosetti e di una grande generosità in difesa il terzo parziale. La più giovane delle sorelle d’Italia apre il set con due muri punto, ma si toglie la soddisfazione di andare a pizzicare anche la ricezione orobica e lanciare Villa Cortese (18-13).  Bergamo prova a cambiare qualcosa nel suo assetto inserendo Diuof e Di Iulio, Villa Cortese non si scompone e va a prendersi il venticinquesimo punto con un attacco di Caterina Bosetti.
Piccinini e compagne ancora una volta dimostrano il loro non essere mai dome e nel quarto set provano a mettere il naso davanti al primo time out tecnico. Villa Cortese piazza un parziale di 4-0. L’ultimo punto di questa serie è un muro di Pavan. Bergamo chiama time out, per Mazzanti è chiaro che la sua squadra sta soffrendo più di quanto dica il punteggio sul tabellone. Della canadese che ha giocato una partita davvero coraggiosa l’ultima e decisiva fuga. Il muro che Piccinini subisce sul 21-18, per mano dell’opposta biancoblu, manda in confusione l’attacco orobico che negli ultimi scambi sbaglia tre palloni e lancia le biancoblu verso una vittoria che scaccia tutte le paure.

MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – VOLLEY BERGAMO  3-1 (21-25; 25-15;  25-20; 25-19)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Guiggi 12, Berg 3, Bosetti C 12, Wilson 17, Pavan 15 Cruz 15, Puerari  (L). Pincerato 0, Barborkova 0. N.E. Bosetti L., Stufi, Carocci. All. Abbondanza
VOLLEY BERGAMO: Vasileva 16, Arrighetti 7, Quaranta 12, Piccinini 10, Nucu 14, Serena 1, Merlo (L). Signorile 0, Diouf 2, Di Iulio 0. N.E.  Gabbiadini, Ruseeva.  All. Mazzanti

Note – Durata set: ’29, ’25, ’27, ‘25. Durata totale 1h e 46 minuti.
MC-Carnaghi Villa Cortese: 14 muri, 4 ace, 9 battute sbagliate, 16 errori punto, ricezione 69%, perf 39%; attacco 41%.
Volley Bergamo: 8 muri, 2 ace, 6 battute sbagliate, 22 errori punto, ricezione 56%, 30 perf. %. Attacco 38 %
ARBITRI: Heckford – Nastase
Spettatori: 857

 

LE PAROLE DI.
Caterina Bosetti:
Sapevamo che dovevamo far bene e scendere in campo dimenticando le tre sconfitte consecutive. Una partita che abbiamo vinto con il cuore, l’atteggiamento ed io ho ci ho messo la mia parte. L’altro pallone ci ha favorito. Con il nostro servizio le abbiamo messe in difficoltà”.
Marcello Abbondanza: “Sono molto contento di questa vittoria. Ci teniamo molto a continuare il nostro sogno europeo ed a giocarci fino in fondo le nostre possibilità. Temevo che le scorie della Supercoppa limitassero il nostro rendimento e così è stato nel primo parziale. Dopo ci siamo sciolte e la partita è andata nella direzione che volevamo”.

Leave A Response