Le battaglie importanti della pallavolo femminile

Le squadre di pallavolo hanno sofferto tantissimo quest’anno. Come abbiamo raccontato in un articolo dedicato a Volley Senigallia la ripresa sportiva non è stata uguale per tutti.

Le squadre dilettantistiche hanno vissuto tantissime limitazioni quasi una discriminazione rispetto a serie sportive professionistiche super seguite anche in televisione, iniziando dal mondo del calcio.

Tuttavia una ricerca con dei dati pubblicati a ridosso delle prime riaperture sportive importanti, ha dichiarato che la pallavolo è la disciplina dove si rischia meno il contagio rispetto ad altri sport. Questa informazione è stata data nei giorni in cui sono stati annunciati e firmati nuovi contratti perché il mondo della pallavolo così come quello del basket muove atleti tra squadre, società e paesi.

Lara Lugli e la battaglia sulla maternità nello sport

Nella pallavolo femminile si stanno anche combattendo battaglie importanti, ad esempio il caso Lara Lugli. Si legge che la sua ex società, il Volley Pordenone, ha ritirato la citazione e ottemperato a ogni obbligo nei confronti della pallavolista rimasta incinta. La gravidanza ha significato per la società rescissione del contratto, un fatto grave che verrà di nuovo raccontano e analizzato nell’udienza in Tribunale prevista per il 18 maggio.

La vita degli atleti non può essere privata di diritti fondamentali come quelli dello stipendio, del posto di lavoro e della dignità personale, soprattutto quando diventano genitori. In questo caso, si è colpito il mondo della pallavolo e di qualsiasi altro sport dove le donne sono una risorsa e un esempio importante di disciplina e impegno sportivo quanto gli uomini.

Giuseppe Manfredi di Federvolley ha infatti dichiarato inaccettabile considerare la maternità quale giusta causa di risoluzione contrattuale imputabile a una futura mamma. Questo fatto ha mosso l’attenzione anche politica fino ad arrivare ad una Commissione di Pari opportunità.

Pallavolo femminile, quattro squadre in gara per la promozione in A1

Abbiamo fin qui raccontato dinamiche sociali, professionali ed economiche che ha vissuto la pallavolo, in particolare quella femminile. Passiamo adesso ai calendari perché da quando le partite sono riprese le squadre hanno ripreso il loro cammino. Sfogliando i migliori bookmaker online abbiamo scoperto che alcune piattaforme hanno seguito le partite di Playoff e stanno preparando i calendari per olimpiadi e anche tornei locali importanti, come quello di beach volley a Sanremo.

Ravenna, Vallefoglia, Sassuolo e Pinerolo sono quattro squadre che giocheranno negli ultimi dieci giorni di maggio le semifinali con possibile promozione in A1, salgono di livello nel campionato di pallavolo nazionale.

 

Mercoledì 19 maggio giocheranno nella Gara 1 Ravenna Pinerolo, Sassuolo Vallefoglia. Sabato 22 maggio nella Gara 2 ci sarà il loro secondo ritorno, Pinerolo Ravenna, Vallefoglia Sassuolo, domenica 23 maggio la gara 3, il terzo ritorno delle quattro squadre indicate. Le stese nel weekend hanno giocato le partite di playoff che le hanno portate al nuovo appuntamento sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.